fbpx

Mutui e mercato immobiliare: il momento giusto per acquistare

Esiste un momento propizio per acquistare una casa o immobili in generale? Potremmo definire quello attuale il “momento giusto” per fare investimenti immobiliari? La crisi economica e, soprattutto, la precarietà lavorativa fa sorgere dubbi ed incertezze. Ci si chiede sempre più spesso se sia utile o meno compiere questo passo. Tuttavia, la risposta che vi diamo oggi è questa: attualmente, è un buon periodo per comprare casa. I mutui e il mercato immobiliare sono dalla parte degli acquirenti. Entriamo nel dettaglio.

I vantaggiosi tassi di interesse

Il motivo principale, per cui gli esperti del settore consigliano di acquistare adesso, si concretizza nell’abbassamento della maggior parte dei tassi di interesse. Quelli richiesti dagli istituti bancari per i contratti di mutuo sono bassi e per molti istituti sono ai minimi storici. Queste sono decisamente delle condizioni molto vantaggiose per chi desidera comprare casa.

Fonti attendibili comunicano che i tassi di interesse sono prevalentemente inferiori al 2% per quanto riguarda i mutui a tasso fisso e possono andare addirittura sotto l’1% se si opta per quelli a tasso variabile. Gli italiani, stando alle loro scelte, preferiscono i primi, in quanto sono accompagnati da una minore percentuale di rischi. Ad ogni modo, è infine utile considerare che avviare un mutuo oggi, in altri termini, è meno complicato rispetto a qualche tempo fa.

L’abbassamento dei prezzi del mercato immobiliare

Un altro importante segnale che sta spingendo molte persone a comprare casa è questo: ad oggi, il mercato immobiliare propone più occasioni che rischi. Il deprezzamento degli immobili c’è stato e si nota da un notevole calo dei costi al metro quadro.

Bisogna chiarire però che, se negli anni precedenti c’è stato un vero e proprio crollo, negli ultimissimi anni invece, questa discesa è meno evidente. Ovviamente, c’è da fare una distinzione fra gli immobili esistenti e quelli di nuova costruzione: fra le due categorie, a deprezzarsi di più sono di certo i primi.

La convalescenza del mercato immobiliare sta per terminare

Insomma, come avete potuto notare, è davvero il momento ideale per comprare casa. Questo suggerimento è giustificato anche alla luce del fatto che il mercato immobiliare è in ripresa. Gli studi e i numeri confermano che, dal biennio 2014-2015, le compravendite immobiliari sono di anno in anno gradualmente aumentate.

Perciò, è in atto quella che si può considerare una rivincita del settore. È certo però che anche qui è importante fare quella distinzione già vista: per gli immobili di nuova costruzione si registra un più alto numero di vendite, cosa che non sta accadendo con quelli esistenti.

Le nostre conclusioni e i nostri servizi

In sintesi, se oggi si ha disponibilità economica, probabilmente non c’è un momento migliore di questo per acquistare. Anzi, secondo gli esperti in materia, c’è da affrettarsi per cogliere la palla al balzo. Con questi presupposti, se siete alla ricerca di un immobile nel territorio emiliano, sappiate che il team di Progetto Casa può aiutarvi.

Siamo un gruppo di professionisti che operano nel settore garantendo lealtà, trasparenza e rispetto nei confronti del cliente. Proponiamo soluzioni abitative di ogni tipo, sia per chi vuole comprare casa che per coloro che prediligono l’affitto. Vi aspettiamo nelle nostre sedi a San Cesario sul Panaro, Castelfranco Emilia e Spilamberto!

Le domande da fare prima di prendere una casa in affitto

Quali domande dovreste fare prima di prendere una casa in affitto? Ce ne sono alcune che possono fare davvero la differenza. Possono farvi capire quanto spenderete oppure se è davvero il caso di affittare quel determinato immobile oppure no. Con questi presupposti, andiamo a vedere a quali quesiti dovreste trovare una risposta prima di firmare il contratto di locazione.

Le informazioni che dovreste conoscere

Ci sono numerose domande da non sottovalutare, in quanto vi permetteranno di avere ben chiare tutte le informazioni di cui avrete bisogno per prendere una decisione definitiva. Vediamo quali sono le più importanti, da porre a chi di dovere prima di prendere una casa in affitto.

Cosa comprende effettivamente la somma di affitto?

A volte sembra scontato. Tuttavia, per non incorrere in eventi inattesi è doveroso evidenziare e mettere in forma scritta gli importi inclusi nel costo di affitto. Ad esempio, in alcuni casi sono comprese le spese di condominio, la tassa per i rifiuti e/o una o più utenze. Questa domanda potrà inoltre aiutarvi a fare una stima dei costi che non hanno a che fare con l’affitto.

Chi dovrebbe pagare i costi di riparazione?

Questa è un’altra delle domande da fare prima di prendere una casa in affitto. Di regola, queste spese devono essere pagate dal padrone di casa. Però, non sempre è così. Pertanto, in ogni eventualità, sarà bene sapere cosa ne pensa il proprietario, ma anche assicurarsi che gli impianti non presentino la necessità di imminenti e fondamentali riparazioni.

La zona è molto rumorosa?

Generalmente, quando controlliamo un locale che può essere affittato, ci tratteniamo per poco tempo. Perciò, è chiaro che non riusciamo sempre a comprendere se e quando la zona risulta troppo caotica. Il troppo caos può influire sul nostro benessere aumentando i livelli di stress e mettendo a rischio il corretto riposo. Quando si tratta di traffico (e di smog), si potrà anche riscontrare una riduzione dei livelli di qualità dell’aria respirata all’interno dell’immobile. Quindi anche questa è una domanda da fare prima di prendere una casa in affitto.

È possibile possedere animali domestici?

Diversi padroni di casa non amano gli inquilini a quattro zampe. Perciò, in caso si possegga un animale domestico, sarà fondamentale accertarsi delle eventuali limitazioni prima di firmare il contratto.

Nell’alloggio è presente un’alta percentuale di umidità?

Questa richiesta è essenziale, anche se purtroppo non sempre otterrete la verità. La presenza di notevoli livelli di umidità non per forza è rilevabile subito. Andando avanti nel tempo, però, essa potrebbe provocare grandi difficoltà, ad esempio rovinando l’arredamento e il vestiario. Potrebbe apparire la muffa in molte parti dell’immobile e potrebbero presentarsi odori sgradevoli. In sostanza, l’habitat diventerebbe malsano.

Non solo domande: serve anche un valido supporto

Avere un affittuario disponibile è molto importante per qualunque proprietario, ma anche ritrovare quest’ultimo ben disposto è assai significativo per l’inquilino che trova interessante affittare un alloggio. Tuttavia, questo non sempre accade. Affidandovi a professionisti del settore potrete godere di una maggiore tutela e risparmiarvi tantissimi problemi. Vi aspettiamo da Progetto Casa!