Le caratteristiche di un contratto di locazione

Cos’è un contratto di locazione? La locazione di un immobile è una valida alternativa all’acquisto e prevede la redazione di un contratto che permette all’affittuario di usufruire di un’abitazione, un locale commerciale o di un qualsiasi altro immobile dietro il pagamento di un corrispettivo mensile.

Cosa dovreste sapere se avete intenzione di affittare un immobile?

Sia in caso di locazioni ad uso residenziale che commerciale, è fondamentale rivolgersi a professionisti del settore. Questo serve per rendere l’atto valido e per non incorrere in comuni problematiche legate a un contratto di locazione scritto in modo non adeguato.

In particolare, uno degli elementi che non possono mancare in un contratto di locazione riguarda la data di stipula, termine con cui si identifica l’inizio del decorso della conduzione, salvo diversamente specificato tra le parti.

Inoltre, un contratto di locazione deve includere indicazioni dettagliate sui dati del proprietario e dell’affittuario (per poter effettuare una ricostruzione trasparente ed univoca delle generalità delle parti), sul canone di locazione stabilito, sulle modalità di pagamento e sulla scadenza delle mensilità.

Altri dati da non trascurare riguardano quelli relativi all’immobile, dall’ubicazione alle caratteristiche del bene fornito in godimento ed uso. Tra questi non mancano le informazioni catastali, i dati sulla destinazione d’uso, la dichiarazione di conformità dell’impianto e una descrizione dettagliata delle condizioni in cui viene concesso il bene in locazione.

Serviranno anche una lettura aggiornata dei contatori, i riferimenti catastali, la presenza di eventuali pertinenze esterne e tanto altro ancora, dettagli che consentono di garantire sia la parte locatrice che quella conduttrice.

Contratto di locazione

La durata di un contratto di locazione

A seconda della diversa destinazione d’uso dell’immobile, le locazioni presentano una durata contrattuale diversa. Dai quattro anni minimi per i contratti di locazione ad uso abitativo (rinnovabili per altri quattro anni), ai sei o nove anni (rinnovabili per un pari numero di annualità) per i contratti di locazione ad uso commerciale.

Oltre ai classici contratti ad uso abitativo o commerciale, la legge vigente in materia permette anche di stipulare contratti ad uso transitorio della durata inferiore ai quattro anni. Questi sono ideali per studenti e lavoratori fuori sede alla ricerca di un immobile da prendere in affitto per brevi periodi.

Il termine per la registrazione di un contratto di locazione

Nel rispetto delle leggi vigenti in materia, per registrare il contratto di locazione e renderlo legale a tutti gli effetti si hanno trenta giorni di tempo per recarsi presso l’ufficio dell’Agenzia delle Entrate di competenza. Si dovrà procedere con la sua annotazione nei registri di riferimento.

A chi affidarsi per locare un immobile?

Come anticipato, per procedere con la locazione di un immobile in piena sicurezza e con la garanzia di poter godere del bene locato per tutta la durata del contratto stabilita, è opportuno affidarsi ad agenzie specializzate nella redazione del contratto di locazione e non solo. Noi di Progetto Casa siamo a vostra disposizione per quanto riguarda le zone di Castelfranco Emilia, San Cesario sul Panaro e Spilamberto. Vi aspettiamo!

Commenti (0)