fbpx

Le agevolazioni per l’acquisto della prima casa e non solo

Quando si decide di acquistare una casa, oltre al gusto personale e alle esigenze di comfort da tenere d’occhio, bisogna considerare tutto ciò che concerne il lato economico. Si è alla ricerca della miglior soluzione possibile ad un costo quanto più inferiore si riesca a trovare. Non è così? Tutto questo è ancor più vero quando si tratta dell’acquisto della prima casa.

In queste eventualità si può avere una disponibilità economica tale da non incontrare alcun tipo di problema, e quindi procedere direttamente all’acquisto. In alternativa, si possono cercare delle agevolazioni, fiscali e non, utili per risparmiare sull’acquisto. Oggi ci focalizzeremo proprio su questa seconda possibilità e vedremo quali possono essere le opportunità da considerare.

Agevolazioni per l’acquisto di una casa

Entrando subito nel concreto, possiamo sottolineare che gli incentivi per chi vuole acquistare la casa principale si possono riassumere in queste tipologie di agevolazioni: riduzione dell’Iva, acquisti e successioni, imposta al 2% e credito d’imposta. È chiaro che queste sono opportunità da considerare. Tuttavia, non possono essere sfruttate in ogni singola situazione. Ad ogni modo, analizziamole più nel dettaglio.

La riduzione dell’Iva

La riduzione dell’Iva dal 10% al 4% è applicabile per coloro che acquistano la casa direttamente dall’impresa che ha costruito l’immobile. Potranno approfittare inoltre di una notevole riduzione per quanto concerne il pagamento ipotecario e catastale.

L’agevolazione per gli acquisti con successione

Coloro che vogliono considerare l’agevolazione per gli acquisti con successione o donazioni, potranno giovare di una quota fissa di 200 euro, a fronte di un consistente risparmio.

L’imposta al 2% per l’acquisto di una casa

L’imposta di registro al 2%, per chi acquista in privato, prevede invece il pagamento dell’imposta in oggetto in base al valore catastale dell’immobile.

Il credito d’imposta

Come ultima possibilità si può scegliere di contare sul credito d’imposta, utile per coloro che vendono e riacquistano casa entro un lasso di tempo di 12 mesi. In tal caso, all’imposta da pagare viene sottratta quella già pagata per l’acquisto dell’abitazione precedente.

Chi può e chi non può approfittare delle agevolazioni per l’acquisto della casa?

Da quello che avete appena letto, è facile comprendere che per richiedere ogni tipo di agevolazione è necessario rispettare una serie di requisiti, proprio come accade in altri ambiti. Spesso, quando si tratta di comprare casa, è doveroso non avere altre abitazioni in Italia o non essere proprietario di abitazioni nello stesso Comune in cui si trova l’immobile nuovo. In più, molte volte è opportuno essere residente nel Comune in cui è collocato l’immobile o diventare tale nei 18 mesi successivi all’acquisto.

La guida durante l’acquisto dell’abitazione

Infine, non dobbiamo dimenticare che le agevolazioni per l’acquisto della casa, che abbiamo appena elencato, potrebbero essere modificate nel corso del prossimo anno. Potrebbero altresì cambiare relativamente a determinate situazioni. Perciò, è opportuno tenersi aggiornati e lasciarsi sempre supportare dai professionisti del settore. Noi di Progetto Casa ci teniamo in costante aggiornamento, in modo da fornire ai nostri clienti ogni tipo di possibilità e soluzione, supportandoli dalla scelta fin dopo l’acquisto.

Commenti (0)