Comprare casa: i controlli di routine

Comprare casa non è un affare da tutti i giorni. È senza dubbio un’operazione commerciale molto importante, e un errore dovuto ad una scelta affrettata o ad una valutazione superficiale può costare molto caro.

Con questi presupposti, molti dei nostri clienti ci chiedono quali sono i particolari e gli elementi a cui bisogna prestare attenzione prima e durante l’acquisto. Proprio per questo, abbiamo deciso di rispondere con un articolo dettagliato. Vi parleremo dei controlli da fare durante la visita della casa e delle successive verifiche documentali.

La visita dell’immobile

La prima cosa che deve saltare all’occhio è la facciata esterna. Quindi, quando il vostro intento è quello di comprare casa, dovrete analizzare il suo aspetto. È in buono stato? In seguito, dovrete guardarvi intorno e fare una valutazione di quello che c’è nelle immediate vicinanze. Troppo traffico? Mezzi pubblici? Che tipo di zona è? È ben collegata alle risorse di vostro interesse?

Altri dettagli da non sottovalutare durante la visita dell’immobile sono ad esempio il portone e l’ingresso, nonché le eventuali scalinate. Tutto dev’essere a posto, proprio come l’interno dell’immobile. In alcuni casi potrebbe essere necessario considerare l’ascensore (è presente o meno? In che stato è?) e tutte le parti comuni, nel caso si tratti di un condominio.

Il livello di pulizia e il decoro dell’edificio sono sintomi da non prendere sottogamba: se l’immobile è gestito bene si rivelerà pulito, ordinato e, quasi certamente, anche funzionale.

visita dell'immobile

Altri elementi da valutare: la visita interna

Quando si tratta di comprare casa, per analizzare gli interni sarà opportuno affidarsi a vari tipi di professionisti. Sarà infatti doveroso valutare lo stato di salute dell’immobile e dei suoi impianti. Inoltre, al fine di stimare i costi di gestione, bisognerà verificare se l’immobile è in possesso di un impianto di riscaldamento centralizzato o autonomo. Infine, sarà opportuno capire se sono previsti o necessari dei lavori di ristrutturazione.

La verifica documentale

Quando si decide di comprare casa, anche i relativi documenti meritano la giusta attenzione. Occorrerà innanzitutto identificare l’immobile con una visura catastale presso l’Ufficio del territorio. Da questo documento è possibile ricavare preziose informazioni come la superficie e la rendita catastale, la consistenza e la categoria dell’edificio.

In seguito, si potrà procedere all’ispezione su gravami, ipoteche e pregiudizievoli, che si presentano come dati rilevabili nei Pubblici Registri Immobiliari. Per effettuare un’ispezione accurata si dovrà richiedere una visura ipotecaria pregiudizievoli, ovvero un documento ufficiale estratto dall’Agenzia delle Entrate. In ultimo, ma non meno importante, troviamo la regolarità urbanistica e la conformità catastale. Un tecnico abilitato potrà eseguire una verifica e certificare la regolarità dell’immobile, confrontando tutti i dati con l’ufficio tecnico del comune.

verifica documenti

Tanti dettagli di cui preoccuparvi? Sì, è così

Alla luce di quello che abbiamo visto, è chiaro che la soluzione più semplice e sicura consiste senza dubbio nell’affidarsi a professionisti del settore. Per i clienti che desiderano comprare casa, noi di Progetto Casa ci mettiamo al lavoro. Li seguiamo passo dopo passo, li aiutiamo a trovare l’immobile ideale e poi li supportiamo per tutto ciò che riguarda i controlli, le verifiche e le documentazioni da visionare. Potremo aiutare anche voi con estremo piacere!

Commenti (0)